Coronavirus: dal 4 maggio la Germania riaprirà gradualmente le scuole

Coronavirus: dal 4 maggio la Germania riaprirà gradualmente le scuole

Coronavirus; la Germania riaprirà gradualmente le scuole, dal 4 maggio. Questo è quanto è stato annunciato dalla cancelliera Angela Merkel, dopo due giorni di serrate trattative e quattro ore di teleconferenza. Le restrizioni, secondo il governo federale di Berlino, saranno fino a 3 maggio, ma nei prossimi giorni alcune misure potrebbero essere allentate.

Come riferisce Euronews, i primi a che faranno ritorno sui banchi saranno gli studenti che devono conseguire un diploma.

Secondo la cancelliera la normativa di distanziamento sanitario resterà in vigore, per questo ci saranno delle classi contingentati. Le scuole riapriranno il 4 maggio, anche se solo per i più grandi, nonché per i maturandi o per gli studenti che hanno esami l’anno prossimo e per l’ultima classe delle elementari.

Durante la conferenza stampa, la cancelliera Merkel ha sottolineato che con il virus si dovrà convivere:

“Se torniamo progressivamente alla vita pubblica, saremo in grado di tracciare lo sviluppo dell’infezione al meglio. Deve essere il nostro scopo, quello di essere capaci di trovare ogni linea del contagio, ecco perché stiamo lavorando su di un’applicazione. Ma è soprattutto il compito delle autorità sanitarie. Perché se possiamo farlo, possiamo anche ridurre il raggio d’azione del virus, per poter tornare al più presto alla normalizzazione della vita pubblica, perché sapremo dove sono le fonti dell’infezione.

Per quanto riguarda l’attività lavorativa, alcuni negozi potranno essere riaperti già dal 20 aprile.

Angela Merkel ha aggiunto: “Nella lotta alla pandemia siamo a un risultato intermedio e fragile. Non ci devono essere fughe in avanti. Dobbiamo imparare “a convivere col virus” almeno finché non ci sarà un vaccino”.

Mentre, fino al 31 agosto 2020, resteranno vietati i grandi eventi, comprese anche le partite di calcio. Per i bar e ristoranti c’è ancora da decidere quando ci sarà la loro apertura.

Le frontiere continueranno a restare chiuse minimo per altri venti giorni. E come ha fatto sapere il ministro dell’interno tedesco, Horst Seehofer, per poter raggiungere la Germania dall’Italia o dalla Francia, si potrà fare solo per motivi validi.

Resteranno ancora proibite le cerimonie ecclesiastiche e lo spostamento tra una regione e l’altra. Merkel ha anche precisato che rimane l’obbligo anche per mantenere la distanza minima di 1,5 metri e c’è la raccomandazione di indossare le mascherine.

Il lockdown in Germania all’inizio era stato fissato almeno fino a lunedì 20 aprile 2020.

Regione Toscana: a chi rivolgersi in presenza di caso sospetto