La Grecia si prepara ad aprire il turismo a luglio

La Grecia si prepara di aprire il turismo a luglio

La Grecia spera di poter aprire le porte del turismo e dare il benvenuto ai turisti già nel mese di luglio 2020. Ma per gli albergatori la stagione potrebbe rivelarsi desolante, poiché questa pandemia di coronavirus potrebbe tenere lontani i turisti e di conseguenza le spiagge rimarrebbero vuote.

La Grecia si prepara di aprire il turismo a luglio

Basandosi sui dati che riporta Reuters, per la Grecia il turismo è un importante fonte di entrate. Secondo questi dati, nel 2019 il paese ha attirato quasi 34 milioni di visitatori, generando così entrate per 18 miliardi di euro (19,52 miliardi di dollari), circa il 10-12% della produzione economica. Ma non solo, il turismo ha anche fornito lavoro a circa uno su cinque della forza lavoro.
Charalambos Voulgaris, il presidente dell’associazione alberghiera di Corfù e proprietario di due resort sull’isola greca sul Mar Ionio ha espresso i suoi dubbi per quanto riguarda le aperture. Voulgaris ha sottolineato che la nostra generazione sta affrontando la più grande crisi del turismo.

La Grecia è in lockdown dal 23 marzo scorso

La Grecia ha applicato il lockdown il 23 marzo 2020. Secondo i dati di worldometers, il paese oggi conta 2,576 casi con Covid-19, con 577 guariti e 139 morti.

La Grecia si prepara di aprire il turismo a luglio

Il blocco della Grecia per poter frenare la diffusione del nuovo coronavirus è stato efficace, dove sono stati evitati alti tassi di mortalità, diversamente da quanto è accaduto in altri paesi europei.

Secondo il ministro del turismo greco, Harry Theocharis, il piano è di poter aspettare i primi turisti a luglio. Lui ha sottolineato che il suo governo inizierà gradualmente ad allentare il blocco il 4 maggio.

Theocharis: ”Questa stagione non sarà come gli altri anni, sarei un pazzo a crederlo. Tuttavia, c’è molto che possiamo fare per riaprire il flusso e l’economia turistica”.