Orti del Parnaso, il “mistero” del giardino e l’appello dei residenti per la riapertura dell’area cani

Orti del Parnaso, il "mistero" del giardino e l'appello dei residenti per la riapertura dell'area cani

Orti del Parnaso, ovvero la parte più alta del giardino dell’Orticoltura rimane ancora chiusa. Il tempo sembra essersi fermato al mese di marzo, da quando ebbe inizio il lockdown a causa della pandemia da coronavirus.

Orti del Parnaso,  il "mistero" del giardino e l'appello dei residenti per la riapertura dell'area cani

Da allora la splendida terrazza, ‘al Serpente’ o ‘al drago’, come viene spesso definita, con il suo bellissimo panorama e l’area cani rimangono chiusi. Sono giorni che i residenti si chiedono perché questa parte più bella ancora rimane chiusa e per questo hanno voluto fare anche un appello al Comune di Firenze e al quartiere.

“Non capiamo il perché, nessuno ci da’ una spiegazione – dice una residente. Chiusa anche l’unica area cani della zona” .

E da tre mesi, che una parte di questo oasi verde di Firenze non è accessibile e da alcuni giorni sembra che tutto ciò stia diventando ‘un mistero’. Nessuno conosce il perché e quando si potrà accedere di nuovo, ma dal cancello chiuso si può intravedere come la natura ha preso il suo spazio.

Orti del Parnaso,  il "mistero" del giardino e l'appello dei residenti per la riapertura dell'area cani

Orti del Pernaso è ancora in ‘lockdown’

E’ stata una residente della zona, Maria Novella Balocchi, che in una sua intervista per Contro Radio, ha voluto fare un’appello. Secondo lei questa parte rimane ancora chiusa per colpa di questioni burocratici tra Quartiere e Comune, siccome in città tutte le altre aree cani sono già state riaperte.

Secondo le persone che frequentano il Giardino di questo quartiere, con la riapertura si eviterebbero gli assembramenti e sarebbe più facile rispettare le distanze di sicurezza tra le persone. Per adesso, solo una parte del Giardino è accessibile da cui si accede dalla porta principale.

Durante il suo intervento a Contro Radio, la signora Balocchi ha sottolineato che sembrerebbe che il problema risiede nel fatto che le due aree del giardino abbiano gestioni differenti. “Sembra siano gestite, una parte dal Quartiere 1 e una parte dal Quartiere 5 – spiega la signora – ma da questo ci rimettiamo noi cittadini. La mia cagnetta, che ho preso al canile, ha una paura e lei arriva solo in quell’area cani che ora è chiusa e io sono costretta a tenerla spesso in casa. C’è l’erba alta 3 metri e non si capisce perché nessuno ne parla”.

Maria Novella Balocchi:

“Ce lo chiediamo anche noi, non capiamo come mai. Abbiamo contattato il Quartiere che ci ha rimandato al Comune, da cui deve arrivare l’ok per entrare a tagliare l’erba e sistemare l’aerea cani, che è anche forse l’unica nella nostra zona, che va da Ponte Rosso piazza della Vittoria, Piazza della Libertà, ma che raccoglie anche il centro. Non capiamo come mai anche sul sito del Comune di Firenze, nella sezione dedicata all’ambiente, risulta che le aree cani sono state riaperte, mentre questa no. Nessuno sembra saperne niente”.