Plutone nasconde un oceano sotto la superficie ghiacciata, lo rivela uno studio recente

Plutone nasconde un oceano sotto la superficie ghiacciata, lo rivela uno studio recente

Plutone, il pianeta nano, nasconde un oceano sotto la superficie ghiacciata. Questo è quanto ha dimostrato uno studio pubblicato sulla rivista Nature Geoscience dal gruppo delle Università giapponesi di Hokkaido, Kobe e Osaka e dell’Istituto di Tecnologia di Tokyo.

Nel 2015, la sonda della Nasa, New Horizons, ha scattato le prime immagini riavvicinate di Plutone, secondo i dati raccolti, lo studio ha rivelato la presenza di questo presunto oceano.

I scienziati giapponesi hanno rivelato che l’oceano si troverebbe al di sotto della parte occidentale del bacino a forma di cuore intorno all’equatore. Sembrerebbe di avere una grandezza quanto il Texas e chiamato Sputnik Planitia.

Secondo i paleontologi giapponesi, lo studio dimostra che “la presenza di oceani sommersi nel Sistema Solare è più comune di quanto si pensasse, rendendo più probabile la presenza di forme di vita”.

Plutone nasconde un oceano sotto la superficie ghiacciata, lo rivela uno studio recente

Plutone, il pianeta nano sedicesimo per la grandezza

Plutone è un pianeta nano orbitante che si trova nella parte esterna del sistema solare, nella fascia Kuiper. La sua scoperta risale al 1930, fatta dall’astronomo statunitense, Clyde Tombaugh e considerato per 76 anni il nono pianeta del sistema solare.

Ex membro del “club dei 9” del Sistema Solare, dal 2006 Plutone è stato “declassato” da pianeta a pianeta nano.

Si è trattato così di una misera fine che a molti non è mai piaciuta, sia per abitudine, sia per ragioni affettive. Oppure perché avevano già imparato a memoria i nomi dei 9 pianeti, dal più vicino al Sole al più lontano.

Secondo UAI (che nel 2006 espulse Plutone dal club dei pianeti) un pianeta, per essere tale, debba soddisfare tre requisiti:

1- Essere abbastanza massiccio perché la sua gravità gli conferisca una forma tondeggiante;

2- Orbitare intorno al Sole

3 – Dominare la propria orbita, ovvero aver sgomberato la sua “zona” di Sistema Solare da altri corpi celesti.

Per quanto riguarda la grandezza, Plutone è il sedicesimo e il diciassettesimo per massa corpo celeste in orbita attorno al Sole.

Per quanto riguarda i pianeti nani, Plutone è il più grande e anche degli oggetti transnettuniani conosciuti, in ambedue le categorie è superato come massa da Eris.