Sadaf Khadem, sul ring in canottiera e pantaloncini, la prima boxeuse iraniana rischia l’arresto

Teheran, rischia l’arresto la boxeuse iraniana, per aver infranto il codice di abbigliamento islamico. È salita sul ting in canottiera e pantaloncini.

Si chiama Sadaf Khadem, la donna iraniana che lo scorso sabato ha vinto un incontro di pugilato, in Francia.

Khadem è entrata nella storia, come la prima donna del suo paese a competere in questo sport, nonché a vincere.

La gioia di aver vinto è durata poco, poiché ha scoperto che il suo paese lo aspettava con un mandato di arresto.

Come riporta RaiNews, il mandato di arresto nei suoi confronti è stato emesso perché la donna non ha rispettato le regole di abbigliamento. L’atleta Khadem è salita sul ring in canottiera e pantaloncini corti.

Secondo la Federazione di boxe iraniana ogni atleta iraniana deve rispettare le norme dell’abbigliamento islamico.

Sadaf Khadem, l’atleta iraniana di 24 anni, ha vinto contro la boxeuse francese Anne Chauvin, in un incontro di boxe che ha avuto luogo in Francia, lo scorso sabato.

L’atleta iraniana, parlando con i media francesi, ha detto che mentre raggiungeva l’aeroporto per fare rientro in patria assieme a Monshipour, ha saputo di questo mandato di arresto che lo aspettava. Per questo hanno fatto marcia indietro e non sono più partite.

Le autorità iraniane non hanno ancora commentato la notizia, ma secondo le informazioni, esiste anche un mandato di arresto per Monshipour.

Mahyar Monshipour è la manager franco-iraniana di Khadem, nonché ex campionessa del mondo.