Slovacchia: aggressione in una scuola, feriti dei bimbi e muore il vicedirettore mentre tentava di difenderli

Slovacchia: aggressione in una scuola, feriti dei bimbi e morto il vicedirettore mentre tentava di difenderli

Slovacchia – una persona ha fatto interruzione dentro una scuola elementare a Vrútkach, nella regione di Martin, aggredendo bambini e personale.

Si tratta di un giovane di 22 anni, che con dei coltelli ha aggredito la direttrice e il vicedirettore della scuola, ferendo anche alcuni bambini. Mentre il vicedirettore di questa scuola elementare della Slovacchia ha perso la vita mentre tentava di proteggere i bimbi.

All’arrivo della polizia l’aggressore ha tentato la fuga ma è stato fermato. Lui ha usato il coltello anche per aggredire gli agenti opponendo resistenza all’arresto, per questo è stato ucciso dalla polizia.

Alcuni degli agenti sono rimasti feriti e attualmente si trovano in ospedale ma fuori pericolo di vita.

Le autorità slovacche hanno dichiarato che indagheranno su tutta la procedura di default. Il capo della polizia, Milan Lucansky, ha sottolineato che con molta probabilità l’aggressore fosse un ex studente, proveniente dalla vicina località di Martin.

Lucansky:

“È entrato nella scuola sfondando una porta di vetro. Poi alcuni membri del personale hanno cercato di bloccarlo e fermarlo, e lui ha usato un coltello che aveva portato con sé.”

In Slovacchia, con l’allentamento delle misure di sicurezza per il coronavirus, le scuole elementari sono state riaperte il 1 giugno.