Terremoto in Albania, gaffe in diretta tv: ‘contenti delle 50 vittime’ la sindaca di Durazzo annuncia le dimissioni

Terremoto in Albania, gaffe in diretta tv: 'contenti delle 50 vittime' la sindaca di Durazzo annuncia le dimissioni

Dopo quattro giorni dal terremoto che ha colpito l’Albania, la sindaca della città di Durazzo ha annunciato le sue le dimissioni dopo una gaffe in diretta tv.

Si tratta di Valbona Sako, la sindaca che è stata incaricata da soli 4 mesi a dirigere il Comune di Durazzo, la città più colpita da questo terremoto registrato la notte del 26 novembre scorso in Albania. Intervistata dalla giornalista Anila Hoxha dell’emittente nazionale albanese Top Channel, Sako, riferendosi  alla gravità delle scosse, ha detto che ‘dobbiamo essere contenti delle 50 vittime’. Probabilmente con la sua dichiarazione lei avrebbe voluto dire che il bilancio sarebbe stato più grave, riguardando la potenzialità di questo terremoto di 6,4 che ha colpito l’Albania.

Terremoto in Albania: polemiche dopo le parole della sindaca

Valbona Sako, durante l’intervista per la tv albanese Top Channel: ‘Per essere sinceri, possiamo ammettere che questo terremoto era distruttivo, ma dobbiamo essere contenti anche con 50 vittime. Poiché, in altre occasioni le vittime sono state oltre mille’.

Dopo questa diretta tv e dopo la sua affermazione, non sono mancate le critiche verso la sindaca di Durazzo, nonostante i suoi tentativi di spiegare ciò che avrebbe voluto dire. Sako ha difeso le sue parole poiché sono state interpretate male, ma per tutto il polverone che si stava alzando intorno a questa storia la cosa migliore era lasciare l’incarico.

La decisione la sindaca lo ha pubblicato nella sua pagina Facebook, dicendo che la reazione alle sue parole era molto negativa:

‘Mi sento molto ferita dalla reazione negativa, dopo quella mia affermazione fatta durante un momento di forte stress, e ciò oltrepassa le mie forze. Per questo rassegno le mie dimissioni come Sindaca del Comune di Durazzo. Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno creduto in me e spero di poter avere la vostra comprensione’.

Ma anche in questo caso non sono mancati i commenti critici sotto il suo post, alcuni lo complimentavano per il lavoro svolto fino ad oggi, mentre per gli altri la decisione di dimettersi era affrettata, poiché, come aveva scritto una persona: ‘non si abbandona il fronte con una guerra in corso‘.

Il terremoto in Albania ha causato 52 vittime e oltre 900 feriti

Le forti scosse in Albania hanno causato la morte di 52 persone, 26 delle quali proprio nella città di Durazzo, e oltre 900 sono i feriti. La 51esima vittima è stata una ragazza di 20 anni della capitale Tirana, che era stata colpita in testa dai mattoni caduti dal tetto del palazzo, mentre tentava di uscire di casa insieme alla sua famiglia. Mentre si apprende dai media locali che il pomeriggio della domenica del primo dicembre, si è registrata anche la morte di una 64enne colpita d’infarto, portando a 52 il numero delle vittime. Lei era sopravvissuta alle forti scosse, ma il suo cuore non ha retto il forte dolore, dopo aver appreso la morte dei suoi 8 familiari, tra di loro anche 4 bambini.