Vaccini: anticipata la riunione dell’Ema, la vaccinazione in Italia potrebbe cominciare entro dicembre

Vaccini: anticipata la riunione dell'Ema, la vaccinazione in Italia potrebbe cominciare entro dicembre

Vaccini: è stata anticipata la riunione dell’Ema per il 21 dicembre, non più il 29 come si era annunciata in precedenza. Durante questo incontro si deciderà sul vaccino Pfizer-BioNTech, per arrivare ad una conclusione possibile.

Come riferisce Ansa la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, attraverso un tweet ha dichiarato che accoglie le novità dell’Ema per una possibile vaccinazione in Europa entro dicembre:

“Ogni giorno conta. Lavoriamo alla massima velocità per autorizzare i vaccini per il Covid 19. Accolgo le novità dell’Ema che anticipano l’incontro per discutere del vaccino Pfizer-BionTech prima di Natale. Probabile che i primi europei siano vaccinati prima della fine del 2020”.

Vaccini anti Covid: Obama, Bush e Clinton si vaccinerebbero in presenza delle telecamere

L’Agenzia europea per i medicinali, EMA, si riunirà il 21 dicembre per decidere, “dopo aver ricevuto nuovi dati” sul vaccino anti-coronavirus sviluppato e prodotto da Pfizer-BioNTech.

Guido Rasi, ex direttore esecutivo Ema afferma:

“Il previsto passaggio alla Commissione europea per l’approvazione definitiva al vaccino anti-Covid Pfizer-BionTech potrebbe avvenire con tutta probabilità entro 48 ore dal via libera dell’Ema, e dunque già il 26 o 27 dicembre se l’Ema si pronuncerà prima di Natale”. A quel punto, “il vaccino sarebbe utilizzabile dal giorno dopo nei Paesi Ue”. Se la macchina distributiva e la logistica sono pronte, e con la contestuale e immediata validazione da parte di Aifa, “la campagna vaccinale in Italia potrebbe dunque partire – afferma – già il 28-29 dicembre”.