‘Vaso di Fiori’: ritorna a Firenze il quadro rubato dai nazisti

'Vaso di Fiori', torna a Firenze il quadro rubato dai nazisti

‘Vaso di Fiori‘ ritorna a Firenze, il quadro rubato durante i saccheggi nazisti nel 1943, durante la Seconda Guerra Mondiale.

E’ stato il direttore tedesco degli Uffizi, Eike Schmidt, a fare un appello alla Germania affinché il quadro del pittore olandese Jan van Huysum ritornasse a Firenze.

'Vaso di Fiori', torna a Firenze il quadro rubato dai nazisti

Finalmente ‘Vaso di fiori‘, in possesso di una famiglia tedesca che ha sempre rifiutato di consegnarlo, sarà restituito alla Galleria di Palazzo Pitti a Firenze.

La Farnesina, in una nota, fa sapere che Heiko Maas ed Enzo Moavero, ministri degli Esteri di Germania e Italia, si recheranno a Firenze per l’occasione.

Per quanto riguarda la data dell’evento, quella è ancora in via di definizione.

'Vaso di Fiori', torna a Firenze il quadro rubato dai nazisti

La Farnesina: “Grazie, dunque, alla stretta cooperazione fra i due Ministri Maas e Moavero il quadro, uno dei lavori più importanti del maestro olandese, può ora tornare al posto che gli era stato assegnato, quasi due secoli fa, dal Gran Duca di Toscana Leopoldo II della casa di Lorena”.

Vaso di Fiori: la natura morta di Huysum

Vaso di Fiori‘ è stato dipinto dall’artista olandese Jan van Huysum, specializzato nella pittura di fiori e frutta. Il quadro rubato è una natura morta e raffigura un vaso di fiori.

L’opera faceva parte della collezione degli Uffizi di Firenze, fino al suo furto nel 1943. Il quadro fu acquistato nel 1824 da Leopoldo II, il Gran Duca di Toscana, per la sua collezione.